Archivi Blog

domani sera “W.” di Oliver Stone su LA7

A pochi giorni dall’insediamento ufficiale di Barak Obama come 44° presidente degli USA, la tv italiana si prepara all’evento.
Prima fra tutte LA7, che si è aggiudicata i diritti in esclusiva per W. di Oliver Stone, il film biografico dedicato alla presidenza di George W. Bush, interpretato da Josh Brolin, attore in odore di Oscar per la sua straordinaria interpretazione in questo film.

Lunedì 19 gennaio alle ore 21:10, alla vigilia dell’insediamento di Obama, LA7 trasmetterà W. in esclusiva. Il film sarà anticipato alle ore 20:30 da una puntata speciale di “Otto e mezzo”, che ospiterà Stone in collegamento da Los Angeles.

politici

Voglio dei politici verso cui provare complesso di inferiorità

Berlusconi ha Fede in Vespa

“DOTTOR FEDE, MI CONSENTA…”

“Porta a porta”, RaiUno, lunedì 15 settembre

______________________________________________________

Berlusconi non ha confuso Bruno Vespa con Emilio Fede. In realtà sono la stessa persona. Agli occhi del padrone, i servi non hanno volto e hanno tutti lo stesso nome.

.

PRIMO MAGGIO

BREVE STORIA DEL PRIMO MAGGIO 

1855. “Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire” è la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855 e condivisa da gran parte del movimento sindacale del primo Novecento. Si apre così la strada ad una lunga serie rivendicazioni e alla scelta di un giorno in cui i lavoratori di tutto il mondo possano incontrarsi per affermare la propria autonomia e indipendenza.

Settembre 1866. Dal congresso dell’Associazione internazionale dei lavoratori (la Prima Internazionale), riunito a Ginevra, scaturisce la proposta di “otto ore come limite legale dell’attività lavorativa”. A sviluppare un grande movimento di lotta sulla questione delle otto ore sono soprattutto le organizzazioni dei lavoratori statunitensi. Leggi il resto di questa voce

ELEZIONI 2008

“E.V.A.” di Marco Turini  

www.marcoturini.com

www.neurocomix.it

  

  

La notizia del giorno

         

   

“Chi vota Pd non è coglione”

(Silvio Berlusconi, 4 aprile 2008)

   

      

politici riciclati

udc.jpg

 

povera patria

berlusconi-prodi.jpg    

Povera patria! Schiacciata dagli abusi del potere
di gente infame, che non sa cos’è il pudore,
si credono potenti e gli va bene quello che fanno;
e tutto gli appartiene.
Tra i governanti, quanti perfetti e inutili buffoni!
Questo paese è devastato dal dolore…
ma non vi danno un po’ di dispiacere
quei corpi in terra senza più calore?
Non cambierà, non cambierà
no cambierà, forse cambierà.
Ma come scusare le iene negli stadi e quelle dei giornali?
Nel fango affonda lo stivale dei maiali.
Me ne vergogno un poco, e mi fa male
vedere un uomo come un animale.
Non cambierà, non cambierà
sì che cambierà, vedrai che cambierà.
Voglio sperare che il mondo torni a quote più normali
che possa contemplare il cielo e i fiori,
che non si parli più di dittature
se avremo ancora un po’ da vivere…
La primavera intanto tarda ad arrivare. 

francobattiato (1991)