Archivi Blog

Piceno Pietre Parole

(tutte le visioni del mondo sono in forma di nube polverosa)

Eugenio De Signoribus

PICENO PIETRE PAROLE

Un viaggio in provincia sulle poesie di Eugenio De Signoribus, alla ricerca di paesaggi, suoni, oggetti, figure, scritte, muri, eventi grandi e minimi.
___________________
 regia fotografia viaggi smontaggio dante albanesi
BAIKcinema 2015
 

Annunci

CortoperScelta 2009 _ il bando di concorso

fatela corta

scadenza 31 maggio 09
durata max 20 minuti

C’è tempo fino al 31 maggio per concorrere alla 7ª edizione di CortoperScelta, il festival del cinema breve ideato dall’associazione “Arancia Meccanica” di Massignano (AP) e dal critico cinematografico Dante Albanesi. Il festival si svolgerà durante l’estate 2009 nella provincia di Ascoli Piceno. É aperto a tutti i corti di ogni genere e formato, realizzati da autori di cittadinanza italiana o residenti in Italia.

Ogni concorrente può partecipare con non più di 2 corti, realizzati non prima del gennaio 2007. Le opere, la cui durata non deve superare i 20 minuti, dovranno essere inviate in copia DVD o VHS, entro il 31 maggio 2009 all’indirizzo: CortoperScelta – Contrada Marezi, 18 – 63010 Massignano (AP). La Giuria del festival assegnerà i seguenti riconoscimenti:

Primo Premio di 1.000 euro e una “Targa d’argento”.

Secondo Premio di 500 euro e una “Targa d’argento”.

Un Premio al talento visuale più innovativo sarà offerto da “La Linea dell’Occhio”, rivista cinematografica dell’Unione Italiana Circoli del Cinema (UICC). Il programma vedrà affiancate sezioni competitive, fuori concorso, omaggi e retrospettive.

Ricordiamo che i vincitori di CortoperScelta 2008 sono stati: Muto di Blu, La memoria dei cani di Simone Massi, Resistencia di Caterina Gueli, The Oscure Brother di Linda Di Franco, Reality di Silvia De Gennaro, Sotto il mio giardino di Andrea Lodovichetti, Elliott di Postodellefragole, La partita di Daniele Zanon e Istituto Statale Mazzocchi di Treviso.

cortoperscelta@gmail.it   www.cortoperscelta.it

 

CortoperScelta2009

Associazione “Arancia Meccanica” – Contrada Marezi, 18 – 63010 Massignano (AP)

Organizzazione: Peppe De Angelis tel. 329 20.789.49 fax 0735 77.93.72

Direzione artistica: Dante Albanesi baikcinema@yahoo.it

Anellone Piceno (Anello dei Piceni)

anello-piceno-1Fotogrammi tratti dal video Piceno Pietre Parole di Dante Albanesi (BAIKcinema) in uscita nel 2014. Gli esemplari dell’anello sono custoditi presso il Museo del Territorio di Cupra Marittima (AP).

Risalente al VI secolo a.C., l’Anellone Piceno è un oggetto tipico delle sepolture femminili rinvenute nelle necropoli Cuprenses, site a Cupra Marittima e Grottammare (Ascoli Piceno). Il loro diametro varia dagli 8 ai 22 centimetri, e un peso dai 200 grammi ai 2 chili. L’anello veniva posto sul grembo delle defunte, presentando due tipologie: anelloni a sei nodi e a quattro nodi. A loro volta i nodi si distinguono in lenticolari e a conformazione globulare.

La presenza degli anelloni si accompagna sempre a un ricco corredo, simbolo di uno status privilegiato all’interno della comunità. Alcuni studiosi hanno visto in questi reperti un simbolo di fecondità. Altri li hanno collegati al culto di Cupra, dea della bellezza e della fertilità e massima figura del pantheon piceno; secondo quest’ipotesi, le defunte sarebbero adepte di una casta sacerdotale dedita al culto della dea. Ma in mancanza di studi specifici e prove archeologiche attendibili, l’anellone piceno rimane avvolto nel mistero di una civiltà ancora da scoprire. anello-piceno-2

PicenoCinema. Immagini manifesti cartoline dell’epoca d’oro

26 ottobre _ 2 novembre 2008  //  Aula consiliare, Massignano (AP)

Sarà inaugurata domenica 26 ottobre e resterà aperta fino a domenica 2 novembre, presso l’Aula Consiliare di Massignano (Ascoli Piceno), la mostra “PicenoCinema. Immagini, manifesti, cartoline dell’epoca d’oro”, basata sul ricchissimo archivio iconografico dello storico “Cinema Piceno” di Cupra Marittima, rimasto in attività dal 1945 al 1963.

Fondato dai fratelli Aristide e Arnaldo Laureti di Massignano, il “Cinema Impero” nasce nel 1942 con proiezioni itineranti di piazza. Nel 1945, con il nome di “Cinema Piceno”, si trasforma in sala cinematografica con sede a Cupra (nei locali dell’attuale Galleria Marconi), dove resta fino alla chiusura definitiva della stagione 1962/63. In questi vent’anni diviene il centro propulsore della cultura audiovisiva dell’epoca per l’intero territorio piceno, ieri come oggi povero di esercenti. Ricca invece è l’eredità lasciata da questa istituzione.

L’intento della mostra “PicenoCinema” (ideata da Enrico e Giuseppe De Angelis, organizzatori del festival del cinema breve CortoperScelta) è di riportare alla luce un patrimonio di manifesti, dipinti, cartoline che documentano il cinema dell’età d’oro, dei grandi attori italiani Antonio De Curtis in arte Totò, Aldo Fabrizi, Peppino De Filippo, Vittorio Gassman, Nino Manfredi, o dei divi hollywoodiani Kirk Douglas, Lana Turner, Spencer Tracy, Gene Kelly, Leslie Caron, Stewart Granger, dei quali sono conservate autentiche lettere autografe. Di questa stagione sono raccolte anche locandine di film neorealisti e d’autore: Germania anno zero di Roberto Rossellini, Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini, Giovanna d’Arco con Ingrid Bergman, La vedova allegra di Ernst Lubitsch; o della commedia all’italiana: Il gaucho di Dino Risi, Totò cerca casa di Steno/Monicelli, L’arte di arrangiarsi di Luigi Zampa con Alberto Sordi, Un mostro e mezzo con Franco e Ciccio. In mostra anche 22 dipinti a olio, opera di grandissimi artisti del ‘900 che interpretano in modo originale le pellicole di quegli anni: Olympia di Leni Riefenstahl visto da Domenico PURIFICATO, Rocco e i suoi fratelli di Luchino Visconti secondo Carlo LEVI, I soliti ignoti di Mario Monicelli nella singolare rivisitazione di Mino MACCARI, fino a Giorgio DE CHIRICO che raffigura un’astrazione del film Ferdinando I, re di Napoli. Leggi il resto di questa voce