“Gaza Hospital” di Marco Pasquini

Convinto che la bellezza ci salverà, sempre e ovunque, Marco Pasquini converte ogni cosa in una bella inquadratura. E lo fa nel luogo dove ogni esercizio formale sembrerebbe assurdo. L’imponente Gaza Hospital di Beirut era il secondo ospedale più importante del Libano, principale soccorso per i profughi palestinesi, ma anche per i libanesi più poveri e gli immigrati dei paesi confinanti. La sua architettura e la sua posizione urbanistica lo rendono testimone centrale del massacro di Sabra e Chatila. Dopo la chiusura nel 1986, l’edificio rimane abbandonato a se stesso. Stanze di ricovero e corsie diventano case, creando una comunità sempre più numerosa, fino a rendere il Gaza Hospital un vero proprio campo profughi. (continua)

Dante Albanesi per ildocumentario.it 

(archivio recensioni)

Annunci

Pubblicato il 14 novembre 2010, in recensioni con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...